La S.S. Monopoli 1966, al fine di evitare spiacevoli inconvenienti che possano minare la tranquillità dei calciatori ed il gruppo di lavoro, comunica, che a partire dalla prossima partita, lo staff e tutti i calciatori alla fine di ogni match dovranno obbligatoriamente fermarsi a salutare e ringraziare i tifosi presenti allo stadio dalla zona di metà campo, senza sostare sotto i vari settori.

Tale provvedimento viene adottato per preservare la serenità in cui regna la Società, lo staff e la squadra, scongiurando la possibilità che, a causa alcuni soggetti, si possa danneggiare questa nostra meravigliosa creatura chiamata Monopoli.
Si ricorda, che il 4 agosto 2017 la LNPA con la FIGC, le altre Leghe, AIC, AIAC e AIA hanno firmato, insieme al Ministero dell’Interno, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministro per lo sport e al CONI, un Protocollo d’Intesa, che ha il dichiarato intento di “realizzare un rinnovato modello di gestione degli eventi calcistici” al fine di tutelare e promuovere la “dimensione sociale del calcio”.
Uno degli atti previsti dal Protocollo è l’introduzione del “sistema del gradimento”, che rappresenta uno strumento messo a disposizione delle Società per escludere dagli stadi i soggetti che non sanno mantenere un comportamento conforme al “codice di condotta” della Società (http://www.monopolicalcio.it/1966/codice-di-condotta-per-i-tifosi/)

La S.S. Monopoli 1966 crede fermamente nei valori fondamentali dello sport quali il fair play e la lealtà sportiva e a tal proposito, i destinatari devono astenersi dal porre in essere comportamenti contrari allo spirito di lealtà sportiva o comunque all’ordinamento sportivo: previsioni del Codice di Condotta devono ritenersi valide e come tali devono essere rispettate.

La Società intende continuare a promuovere la presenza e la partecipazione dei propri tifosi, che rappresentano una componente fondamentale ed imprescindibile per il successo sportivo della squadra e sarà sempre dalla parte dei sostenitori che intendono supportare la squadra, nel rispetto della necessità di garantire comportamenti corretti, eticamente positivi e rispettosi del decoro.
Contestualmente, tenderà ad escludere coloro che si macchieranno di qualsivoglia condotta non idonea ai suddetti valori etico-morali.